Arte della Cura

arte-della-cura

I miei studi di medicina si confrontarono con le realtà istituzionali e mi resi conto che non potevo essere solo un deposito di informazioni, ci voleva qualcosa d’altro!

Per mia fortuna esiste l’Āyurveda e mi onoro di essere entrato nel suo flusso millenario. L’Āyurveda è eterno, mai nato e mai terminerà, afferma il Caraka Samhitā.

L’Āyurveda è vitale e complesso. Mio compito è di rendere attuale la sua ricca tradizione basata sull’esperienza umana di spirito, psiche e corpo. Nulla è dimenticato nell’arte della cura. Non solo cambia il paradigma, ma l’intento si precisa: io divento un essere che cura.

Il destino volle che il Vaidya Bhagwan Dash tenesse corsi in Italia. Il compianto maestro-guru m’insegnò come comprendere i fondamenti e i princìpi dell’arte medica validi in ogni luogo e tempo. Come ogni scienza sperimentale l’Āyurveda è comprensibile solo se vissuta in prima persona.