cenni biografici

Uomo

Natura

Multiverso

Ascolto

Paradigma

Salute

Medicina

Presentazione della visione medica del dott. Guido Sartori

In questo sito presentiamo precisi codici relativi alla medicina, ma si tratterà l’argomento in modo non convenzionale. L’innovazione è quella di tornare a porre al centro della medicina i bisogni e le necessità dell’uomo, della persona.

Ogni individuo è il centro di un multiverso che si svela nella relazione fra persone.

Per il medico è necessaria un’esperienza interiore per comprendere la profondità del pensiero ayurvedico, questa, coniugata con la sua esperienza clinica è il mezzo utile per ricreare il clima dell’Arte Medica: l’arte dell’ascolto.

Ascolto che corrisponde all’osservazione umile dell’attualità e verità della persona in consultazione. Tutti abbiamo necessità di una medicina centrata sulla persona e sui suoi bisogni.

La professione del medico è sorretta da un atteggiamento di curiosità riguardo a ciò che rende vivo un corpo, una persona.

Si studia medicina all’Università generalmente in modo nozionistico, ma poi si deve cercare come esercitare la medicina in coerenza con la visione del mondo che matura nel profondo della coscienza del medico.

Oggigiorno molti invocano la necessità di un cambiamento di paradigma della medicina, ma in realtà è solo necessario un ritorno a una visione dell’essere umano focalizzata sul singolo.

Ciascun individuo è l’esempio paradigmatico della creatività e varianza della Vita consapevole, il che significa che in biologia e medicina ciascuno è il parametro di se stesso. I parametri della Vita sono individuali e ogni essere dotato di coscienza è l’oggetto e al medesimo tempo il soggetto della Vita.

La sensibilitàdi ogni uomo si genera nei sensi del corpo e l’atteggiamento mentale del soggetto manifesta il suo significato nella relazione con il sentire di sé  stesso, con gli altri e con il mondo.

La conoscenza della medicina Ayurveda sta accanto (para) al fenomeno che si manifesta nella singolarità del soggetto o persona sofferente, che si manifesta nell’insieme delle costellazioni di relazioni coinvolgenti la persona stessa, famiglia, amici, colleghi, ecc. e costituisce la base della relazione con il medico.

Ascolto che corrisponde all’osservazione umile dell’attualità e verità della persona in consultazione. Tutti abbiamo necessità di una medicina centrata sulla persona e sui suoi bisogni.

Ci si augura che le informazioni e le indicazioni qui presenti siano di stimolo a intraprendere lo studio della Vita sulla base del paradigma conoscitivo ayurvedico che parte dalla salute e esamina le devaricazioni fra il normale e il patologico.

Il paradigma ayurvedico è quello della medicina di terreno inserito nella Natura.

Se si pensa che solo la tecnologia risolverà le nostre problematiche si omette di riconoscere che ogni individuo è una creazione unica, cioè l’emanazione di una coscienza preesistente e onnipresente.

Solo una moderna medicina di terreno è in grado di soddisfare compiutamente le esigenze di rispetto e ascolto della persona nella sua singolarità.